Casa Gino e Pierina Marani
Centro di servizi per anziani

Rapporti con i familiari

extra_toc

Casa Marani considera la famiglia di ogni ospite una risorsa da valorizzare, poiché rappresenta per ogni persona una fonte di affetto, di sostegno e di appartenenza, e svolge un ruolo importante nel favorire e mantenere il benessere psico-fisico.

La presenza della famiglia, sia come soggetto attivo di cura che come interlocutore, viene favorita anche attraverso momenti dedicati alla condivisione del Piano Assistenziale Individualizzato (PAI).

Rappresentanza degli ospiti

È istituito un organo di rappresentanza degli ospiti di Casa Marani e dei loro familiari.

Il Regolamento che lo disciplina prevede l’istituzione di un organismo di rappresentanza per ciascun nucleo e di un organismo unitario a livello di Ente denominato “Conferenza dei rappresentantidei nuclei” che costituisce il gruppo di riferimento per le informazioni, la promozione di iniziative e/o collaborazioni che riguardino il Centro Servizi nel suo complesso.

Compiti della conferenza dei nuclei

I compiti svolti dalla Conferenza dei nuclei sono i seguenti:

  • assicurare agli ospiti e alle loro famiglie la completa e tempestiva diffusionedelle informazioni ricevute dall’Ente;
  • fornire al Consiglio di Amministrazione dell’Ente suggerimentie proposte per una migliore realizzazione dei programmi di assistenza;
  • collaborare con l’Ente per migliorare la qualità dei servizi,segnalando eventuali problemi o disfunzioni;
  • collaborare con il Consiglio di Amministrazione, con gli ospitie con il personale al fine di rafforzare rapporti di solidarietà,di amicizia e di reciproca comprensione;
  • partecipare alle fasi di concertazione previste dalle normative vigentiin materia di servizi socio-sanitari.

Il Consiglio di Amministrazione e il Direttore incontrano i familiari degli ospiti, riuniti in assembleaalmeno una volta l’anno.

Al fine di conoscere l’opinione degli ospiti e dei loro famigliari in merito alla qualità dei serviziofferti, annualmente l’Ente predispone ed invia un questionario di soddisfazione. Grazie alleinformazioni raccolte l’Ente può programmare le azioni necessarie al miglioramento della qualità dei propri servizi.